La storia di Nic e Pancho

Mi sembra ieri quel giorno in cui mi sono svegliato con l’email intasata di messaggi. Giornalisti, televisioni, grossi siti di tutto il mondo volevano sapere di più su quel ragazzo che fa yoga con il suo cagnolino. Tutto è nato per caso, ho girato il video con Pancho e l’ho pubblicato su questo blog, in questo post. Poi sono andato a una festa e ho incontrato una ragazza di New York, era a LA per una settimana. Le ho fatto vedere il video ed è letteralmente impazzita

[...] read more

Farsi trainare dal proprio cane sullo skateboard

L’Ocean Front Walk di Venice Beach è sempre affollata. Turisti in infradito si scattano selfie con quelle orribili bacchette di metallo, artisti di strada suonano strumenti improvvisati con le cose raccattate in giro, un homeless rovista in un cassonetto nella speranza di trovare qualche pezzo di hamburger avanzato. Io cammino con Pancho alla ricerca di un pezzo d’ombra per sedermi sul prato e bermi una cosa, è stata una lunga giornata. Improvvisamente un’immagine idilliaca attira la mia attenzione. Un ragazzo sullo skateboard si fa strada tra la gente tirato dal suo

[...] read more

Dietro i banchi della UCLA

Prima che vi racconti la mia storia godetevi il nuovo video di Nic e Pancho:

E’ tardi e la lancetta dei minuti gira più velocemente delle ruote della mia auto bloccata nel traffico di Sunset Blvd. Sono le sette meno cinque e tra cinque minuti dovrei essere dietro i banchi dell’aula magna della UCLA per assistere alla lezione di cinema. Non ce la farò mai!

Sto frequentando da 5 o 6 mesi i corsi serali della rinomata università californiana e devo dire che sono davvero interessanti, utili e pratici. Si può imparare davvero

[...] read more

Quando il tuo cane è più saggio di te

È un periodo che penso molto. Mi interrogo sul mio futuro, mi chiedo se sto facendo la cosa giusta a starmene qua, lontano migliaia di chilometri dalla terra che mi ha dato i natali. Mi chiedo se ha senso ricominciare una vita da zero, mi chiedo se c’è la farò o se mi conviene tornare indietro sui miei passi. Poi mi chiedo cos’è questa cosa che mi sta grattando il piede destro; è la zampa di Pancho che mi chiama da sotto il tavolo. Mi guarda fisso negli occhi come per dirmi:

[...] read more